Il movimento genera energia, sposta gli equilibri e spinge le persone verso limiti che non sapevano fossero raggiungibili. Ispirarlo significa stimolare un cambiamento positivo e abbracciare il dinamismo di un mondo che non si ferma.

La logistica è movimento, e, se razionalizzata attraverso la tecnologia, può contribuire all’ordine di spazi e idee. Muoversi verso una logistica più smart quindi, in un senso più ampio, infonde positività e desiderio di cambiare, spronandoci in obiettivi sempre più ambiziosi sul piano personale e del business.

Manifesto Piazzalunga - Piazzalunga srl

Speciale L'Eco di Bergamo del 22/03/2024.

L’attenzione alla sostenibilità è ormai centrale nell’economia del Paese e riguarda tutti gli ambiti del fare impresa. Anche Piazzalunga si è impegnata da subito a concorrere alla soluzione della crisi climatica globale e delle altre sfide di sostenibilità che la società deve affrontare. Seguendo la filosofia di Toyota, la visione della azienda bergamasca è quella di tendere a «zero muda» (che significa «zero prodotti di scarto»). Questo si evidenzia anche nell’approccio verso l’ambiente con l’impegno di azzerare le emissioni di carbonio nelle nostre attività. «Abbiamo messo a punto una politica energetica basata su tre pilastri – spiega Luana Piazzalunga, CEO di Piazzalunga -. In primis, l’azzeramento delle emissioni nette nelle nostre attività tramite l’istallazione di impianti energetici rinnovabili; secondo incentivi verso la nostra clientela all’acquisto di soluzioni con un impatto ridotto a livello energetico e, infine, commercializzazione di un’intera gamma di prodotti e soluzioni a zero emissioni di carbonio».

Si può infatti affermare che, a differenza del settore automotive, nel mondo del carrello elevatore la transizione verso l’alimentazione full electric sia ormai completata. I motori endotermici vengono ancora adottati in piccoli scenari di nicchia. Tuttavia nello scenario full electric, a livello tenologico negli ultimi anni ci sono stati notevoli passi avanti nel fornire soluzioni migliori rispetto alle batterie tradizionali all’acido piombo. 

piazz Copia 1 1 - Piazzalunga srl

Piazzalunga, business partner di Toyota Material Handling Italia, ha aperto la strada all’uso delle batterie agli ioni di litio come opzione alternativa già dal 2013. Da allora, questa soluzione è diventata velocemente la fonte di alimentazione primaria per i carrelli elevatori. Questo tipo di batteria permette di ottenere un’efficienza energetica del 30% maggiore rispetto alle batterie al piombo-acido ed è particolarmente indicato per ambienti sia con turno singolo sia con turni multipli, poiché sono più semplici e veloci da ricaricare rispetto alle batterie al piombo-acido grazie alla possibilità di effettuare ricariche intermedie parziali. Oltre a questi vantaggi, si deve considerare che la vita utile di una batteria al litio è più che tripla rispetto alle classiche batterie al piombo acido. Infine, la batteria al litio è esente da manutenzione e non ha bisogno di un’area di ricarica esterna in quanto non si hanno esalazioni di gas. 

Il costante impegno verso soluzioni energetiche più innovative ha poi portato negli ultimi anni all’inserimento in gamma di soluzioni con Fuel Cell, ovvero di carrelli elevatori all’idrogeno. La produzione di elettricità partendo dall’idrogeno non produce anidride carbonica: utilizzando energia rinnovabile per produrre l’idrogeno tramite l’elettrolisi dell’acqua, l’intero processo è completamente privo di emissioni e l’unico prodotto di scarto è l’acqua distillata.

piazz Copia 2 1 1 - Piazzalunga srl

Speciale L'Eco di Bergamo del 23/02/2024.

Governare la logistica oggi significa governare il proprio mercato. Se consideriamo che i costi legati a questo comparto incidono in media fino al 20% del costo del prodotto, è facile capire come ogni investimento finalizzato a migliorarne l’efficienza possa essere considerato un’azione di importanza strategica per l’azienda. È da questo presupposto che nasce la nuova divisione Smart Logistic Solutions del gruppo Piazzalunga, che ha come core business la progettazione di soluzioni innovative per ottimizzare la logistica e per rendere i processi efficienti e flessibili.

«Cerchiamo di farlo offrendo soluzioni chiave in mano che partono dalla progettazione fino ad arrivare all’ultimo tassello della fase di implementazione - spiega la Ceo, Luana Piazzalunga -. La fusione tra esperienza e innovazione in un unico asset strategico ha condotto all’apertura di una nuova Business Unit finalizzata a trasformare l’esigenza di logistica del cliente in un progetto strategico di crescita, progettando soluzioni integrate tra uomini, mezzi, ambiente e processi e composte dalle ultime tecnologie di automazione presenti sul mercato».

smart logistic solutions - Piazzalunga srl

Al suo interno la divisione conta un team dedicato allo svolgimento di attività di progettazione e consulenza. Qui nascono le idee più «disruptive» e tagliate su misura per la specifica esigenza, per una logistica integrata «end-to-end». L’approccio è sempre modulare: «Ogni progetto nasce dall’analisi accurata del contesto logistico, si identificano i flussi, si valorizzano le risorse e si individuano gli sprechi, si analizzano bisogni e potenzialità – prosegue Piazzalunga -. Sulla base di queste analisi si sviluppa la soluzione mettendo al centro della soluzione le persone che la implementeranno ogni giorno».

I campi di intervento sono molteplici: ottimizzazione dei processi di approvvigionamento delle linee produttive; design dei flussi di inbound ed outbound; definizione del layout di magazzino e delle più efficienti logiche di movimentazione e stoccaggio; incremento della produttività e dell’efficienza durante handling e picking; identificazione delle migliori soluzioni tecnologiche per ottimizzare una o più fasi del processo logistico; movimentazione automatica, stoccaggio automatico, robotica e pallettizzazione, soluzioni software.

«Ricoprire un ruolo di partner più trasversale ha un unico obiettivo: supportare il cliente nell’ottimizzazione dei processi logistici/ produttivi in termini di costi, sicurezza e produttività - conclude Giuseppe Castagneto, Co-Ceo dell’azienda che ha avviato una partnership con Intellimech, il Consorzio di imprese con sede nel Kilometro Rosso Innovation District di Bergamo -. Lo facciamo garantendo, attraverso le nostre soluzioni, una produzione ottimizzata, il minimo danno agli oggetti, la sicurezza sul posto di lavoro, l’integrazione funzionale tra macchine e operatori, l’efficienza energetica e un veloce ritorno dell’investimento fatto».

Movimentazione automatica, stoccaggio automatico, robotica e pallettizzazione, soluzioni software,
scopri le soluzioni di Smart Logistic Solutions >

23 02 2024 - Piazzalunga srl

Piazzalunga è partner di Kärcher Italia, leader mondiale nella produzione di macchine, soluzioni e accessoristica per la pulizia domestica, professionale e industriale.

Efficiente, risparmio del tempo, facile da usare, sicura – e completamente autonoma: il robot KIRA B 50 di Kärcher è un grande alleato per il tuo team di pulizia. Intelligente e, se lo si desidera, completamente autonomo, pulisce efficacemente aree di medie e grandi dimensioni come una classica lavasciuga pavimenti. Ciò permette agli addetti delle pulizie di non dover più pulire i pavimenti, KIRA B 50 potrà farlo al posto vostro e quindi il team di pulizia potrà dedicarsi ad altri lavori risparmiando tempo e fatica.

Spazzola a rullo con funzione di prespazzolamento e spazzola laterale, larghezza di lavoro di 55 cm, prestazioni di superficie fino a 2.300 metri quadrati all'ora, batteria agli ioni di litio da 160 Ah: il robot per la pulizia compatto e maneggevole è alla pari di una tradizionale lavasciuga pavimenti, garantendo la massima efficienza e ottimi risultati in completa autonomia.

La macchina è adatta per la pulizia dei pavimenti, non solo in ambienti con spazi ridotti, ma anche su grandi superfici, risultando ideale per il settore dei trasporti (aeroporti, stazioni, magazzini logistici), punti vendita e centri commerciali, strutture sanitarie ( ospedali, strutture di cura), edifici pubblici (scuole, università, musei, palazzetti dello sport) o nell'industria per la pulizia di capannoni di produzione e produzione.

Efficiente

Programma un arco di tempo stabilito e otterrai risultati di pulizia sempre eccezionali, potrai prevedere i consumi e pianificare quindi anche i costi: tutto questo sarà possibile realizzarlo grazie al robot lavampavimenti KIRA B 50.

Il volume d'acqua utilizzato, il dosaggio del detersivo e la velocità di pulizia possono essere preimpostati con precisione, il che significa che si può programmare e controllare i consumi in base alla velocità e all'arco di tempo impostato. Ciò non solo garantisce un elevato livello di qualità della pulizia ma anche un risparmio di risorse e denaro.

Risparmio di tempo

La pulizia dei pavimenti richiede generalmente molto tempo e molto personale. Il robot lavasciuga pavimenti KIRA B 50 consente di eseguire operazioni di pulizia in contemporanea al tuo team, mentre la macchina si sta occupando della pulizia dei pavimenti la tua squadra di pulizie si dedica ad altri compiti più complessi.

Questo permette a persone e alle macchine di lavorare fianco a fianco in modo estremamente produttivo e con un supporto da parte dell'uomo praticamente nulla.

Completamente autonomo

La massima autonomia durante la pulizia dei pavimenti è resa possibile dalla docking station opzionale per i robot di pulizia Kärcher. Permette di riempire il serbatoio dell'acqua pulita, svuotare e sciacquare il serbatoio dell'acqua di scarico e consente di caricare la potente batteria agli ioni di litio:

Ogni volta che il KIRA B 50 ha bisogno di una di queste operazioni, si aggancia semplicemente alla docking station, dove tutte le operazioni avvengono in modo automatico. Naturalmente, le operazioni possono essere eseguite anche manualmente e si possono utilizzare più stazioni di aggancio per ottimizzare i processi di aree molto ampie.

Semplice

Tutte le funzioni del robot lavasciuga e tutte le impostazioni sono facili e intuitive grazie all'ampio display touch screen, si presenta con un menu e una guida utente che non richiede alcuna conoscenza specifica tecnica.

Gli utenti ricevono un supporto mirato sotto forma di grafici e istruzioni chiare in tutte le situazioni, dall'impostazione e avvio del processo di pulizia autonomo all'attivazione delle unità di pulizia, fino alla modalità di pulizia manuale. Anche l'impostazione di più profili utente con diversi livelli di autorizzazione e persino lingue diverse non rappresenta un problema.

Flessibile

Il robot lavasciuga può pulire autonomamente o funzionare come lavasciuga manuale.

Inoltre, è possibile specificare solo sezioni di un'area totale come superfici da pulire o adattare il piano o la sequenza di pulizia alle esigenze quotidiane.

Sicuro

Gli scanner laser integrati, i sensori 3D e a ultrasuoni e il potente computer di bordo garantiscono un rilevamento ottimale a 360° delle aree circostanti, reazioni rapide e una navigazione affidabile. La lavasciuga pavimenti autonoma rileva anche in modo affidabile i cambiamenti nell'ambiente circostante e gli ostacoli e avvia autonomamente le manovre evasive appropriate.

Inoltre, un sistema di illuminazione integrato informa le persone presenti nell'area sul comportamento del robot di pulizia. Il robot è certificato per la sicurezza in conformità a CSA_22.2 No. 336-17 e IEC 60335-2-117 per l'uso in aree pubbliche. Ai fini della documentazione e del monitoraggio, il KIRA B 50 invia messaggi di stato ai dispositivi mobili, creando rapporti di pulizia dettagliati nel portale web corrispondente.

Contattaci per maggiori informazioni o per richiedere una quotazione dedicata >

Il core business di Piazzalunga è sempre stato il carrello elevatore. Tuttavia, l’esperienza maturata negli anni, lavorando spalla a spalla con i nostri clienti, ha permesso all’azienda di ampliare le competenze e, di conseguenza, il portafoglio aziendale. 

Oggi l’azienda si propone come punto di riferimento nel campo dell’automazione nella logistica interna, con l’obiettivo di supportare i nostri clienti nell’ottimizzazione dei processi logistico/produttivi in termini di costi, produttività, sicurezza e sostenibilità. Cerchiamo di farlo offrendo soluzioni chiave in mano che partono dalla progettazione fino ad arrivare all’ultimo tassello della fase di implementazione. 

La fusione tra esperienza ed innovazione in un unico asset strategico ha condotto all’apertura di una nuova Business Unit, la Smart Logistic Solutions, finalizzata a trasformare l’esigenza di logistica del cliente in un progetto strategico di crescita, progettando soluzioni integrate tra uomini, mezzi, ambiente e processi e composte dalle ultime tecnologie di automazione presenti sul mercato.

Smart Logistc Soltions Piazzalunga - Piazzalunga srl

Al nostro interno abbiamo un team dedicato allo svolgimento di attività di progettazione e consulenza. Qui nascono le idee più “disruptive” e tagliate su misura per la specifica esigenza, per una logistica integrata “end-to-end”. L’approccio è sempre modulare: ogni progetto nasce dall'analisi accurata del contesto logistico AS IS, si identificano i flussi, si valorizzano le risorse e si individuano gli sprechi, si analizzano bisogni e potenzialità. Sulla base di queste analisi si sviluppa la soluzione TO BE, mettendo al centro della soluzione le persone che la implementeranno ogni giorno.

I campi di intervento sono molteplici:

Movimentazione automatica, stoccaggio automatico, robotica e pallettizzazione, soluzioni software,
scopri le soluzioni di Smart Logistic Solutions >

Piazzalunga propone un service basato sull’applicazione del Toyota Service Concept, un approccio strutturato che garantisce un’assistenza puntuale ed efficiente. L’obiettivo è soddisfare in modo preciso le tue esigenze: il nostro personale qualificato utilizza esclusivamente ricambi adatti e sviluppa programmi di assistenza su misura, anche su flotte multimarca.

Dal 2013, tutti i nostri servizi di assistenza sono certificati ASEC (After Sales Service Evaluation & Certification), un percorso accreditamento a livello europeo, parte integrante del Toyota Service Concept. Piazzalunga è stata uno dei primi dealers ad aver ottenuto questa certificazione che, di anno in anno, viene rinnovata con successo.

download 3 - Piazzalunga srl

ASEC è una certificazione finalizzata a standardizzare e sviluppare la produttività e l'efficienza delle strutture di Service di Toyota Material Handling Italia. Una certificazione conferita solamente alle officine autorizzate che si distinguono per l'ottimizzazione dei processi e quindi del servizio al cliente, in ottica di miglioramento continuo.

ASEC va alla fonte del problema, promuove il Kaizen e costruisce standard operativi. La misurazione e l’analisi degli eventi sono alla base delle attività che inducono il nostro service all’eccellenza per la vostra piena soddisfazione.

Affidati al nostro service >

Speciale L'Eco di Bergamo del 06/10/2023.

Intellimech, il Consorzio di imprese con sede nel Kilometro Rosso Innovation District di Bergamo, apre le porte a Piazzalunga, consolidando una partnership destinata a ridefinire gli standard dell’innovazione nel territorio. Intellimech non è solo un Consorzio, ma un faro di eccellenza riconosciuto a livello internazionale. La sua missione si concentra sulla ricerca interdisciplinare nell’ambito della meccatronica, un campo che fonde la meccanica, l’elettronica e l’informatica. Promuove la condivisione e il confronto tra i suoi partner, sostenendo l’evoluzione delle imprese verso l’Industria 4.0. Questa nuova era industriale richiede soluzioni integrate che vanno oltre i singoli componenti, puntando a fornire soluzioni complete e all’avanguardia. In questo contesto, il Consorzio rappresenta un punto di riferimento imprescindibile.

All’interno di questo fervente ecosistema di innovazione, Piazzalunga porta la sua competenza nel campo della logistica interna. Con oltre 40 anni di esperienza, l’azienda lavora per perfezionare i processi intralogistici nelle imprese. Attraverso la divisione aziendale dedicata, Smart Logistic Solutions, Piazzalunga implementa soluzioni automatiche su misura. L’obiettivo è chiaro: trasformare l’automazione logistica in un driver competitivo per la crescita, introducendo soluzioni evolute e completamente integrate.

L’alleanza tra Piazzalunga e Intellimech rappresenta una svolta significativa nell’ambito dell’innovazione industriale. Insieme, queste eccellenze del territorio sono pronte a ridefinire il futuro delle imprese, avviando un nuovo percorso verso un’Industria 4.0 sempre più integrata e competitiva. Grazie all’automazione avanzata e alle soluzioni logistiche su misura, Piazzalunga si conferma come un processore di sviluppo, contribuendo attivamente alla crescita e alla prosperità del nostro territorio.

Il contributo propositivo di Piazzalunga si concentra principalmente sulla logistica interna, dove l’azienda opera per migliorare i processi avvalendosi dell’Intelligenza Artificiale per un’efficace integrazione tra produzione e logistica.

«Ci troviamo in un contesto di trasformazione digitale in cui la richiesta di soluzioni innovative e integrate è in costante aumento - afferma Luana Piazzalunga, CEO di Piazzalunga Srl -. I clienti cercano fornitori di soluzioni complete anziché singoli componenti e l’arrivo di nuovi soci nel Consorzio, insieme alla crescente complessità dei settori come l’Intelligenza Artificiale e la transizione energetica, amplia le competenze del Consorzio stesso e lo prepara per affrontare sfide sempre più complesse».

L’adozione di tecnologie innovative, in particolare l’interconnessione con altre soluzioni industriali, apre nuovi percorsi evolutivi. Piazzalunga si impegna a integrare esperienza e innovazione, creando un asset strategico di valore aggiunto per i clienti attuali e futuri. Questa sinergia guiderà il futuro dell’industria, promuovendo efficienza, sostenibilità e competitività per nuove opportunità di successo nel mercato globale in continua evoluzione.

LECO DI BERGAMO - Piazzalunga srl

Speciale Intellimech di maggio 2023.

Proprio quest’anno la società Piazzalunga celebra i suoi 40 anni di attività. Nel 1983 è stato il carrello elevatore il focus primario di interesse, confermato nel corso del tempo.

Oggi la realtà Piazzalunga, cresciuta a livello imprenditoriale come Gruppo, si presenta sul mercato come partner unico per tutto ciò che riguarda il mondo nell’intralogistica. Evoluzione di questo nuovo posizionamento, che a ben vedere unisce tradizione e innovazione, è la nuova divisione Smart Logistic Solutions che ha come core business la progettazione di soluzioni 4.0 per ottimizzare i processi e renderli più efficienti, flessibili e sicuri.

Il management Piazzalunga interpreta la logistica moderna come un sistema integrato, in cui la corretta progettazione dei flussi è in grado di portare benefici consistenti, sia in termini di produzione che economici. Partecipa strategicamente a questa forte propositività l’adozione dell’approccio Toyota, di cui Piazzalunga è da tempo business partner: un approccio trasversale che punta all’ottimizzazione dei processi e alla conseguente eliminazione degli sprechi, tramite una prima fase di studio e di analisi del dato ed una fase di progettazione e disegno dei sistemi logistici e produttivi.

“Governare la logistica significa ora più che mai sviluppare competitività, - sottolinea Giuseppe Castagneto, CoCEO dell’azienda - considerando che i costi legati a questo comparto incidono in media fino al 20% del costo del prodotto. La nostra divisione Smart Logistic Solutions è rivolta a progettare magazzini con tecnologie predisposte per il 4.0, gestite da software studiati per ottimizzare gli spazi di stoccaggio, carrelli a guida automatica, abbinati a sistemi di fleet management per connetterli alla rete, il tutto con particolare attenzione alla sicurezza e alla sostenibilità ambientale. Come ho avuto modo di ribadire in diversi contesti di incontro con imprenditori di vari settori, la logistica intelligente è un valore da conoscere, capire e applicare. Meglio naturalmente se la decisione di fare investimenti segue il consiglio di chi ha fatto di questo sviluppo un elemento cardine del proprio lavoro.

In particolare, come Gruppo Piazzalunga, evidenziamo sempre l’importanza di poter disporre di soluzioni chiavi in mano, che partono dalla progettazione fino ad arrivare all’ultimo tassello della fase di implementazione. La scelta di un partner della logistica dovrebbe cominciare proprio da qui. Abbiamo creduto in questo concetto fin dai tempi in cui non si parlava ancora di logistica 4.0, ma già si mostravano le prospettive che oggi fanno parte integrante della smart manufacturing. Essere propositivi in questo ambito ha richiesto prima di tutto a noi importanti investimenti, che però ci consentono ora di essere all’avanguardia, per soluzioni tecnologiche e capacità di servizio. Sempre su questi princìpi abbiamo recentemente deciso di entrare nel Consorzio Intellimech, un contesto che ci affascina e del quale siamo convinti potremo attingere esperienze molto positive. Essere “il socio della logistica 4.0”, confermare questa identità, è un compito di responsabilità e allo stesso tempo per noi molto importante. Con l’ingresso in Intellimech siamo convinti di poter portare un know-how specialistico innovativo nella compagine del Consorzio, candidandoci come riferimento in un campo dove esperienza e innovazione si fondono in un unico asset strategico. Nel contempo siamo in Intellimech per ascoltare e imparare: sapere prima di tutto cosa richiedono tante importati aziende, leader nei loro settori.

Per riflettere poi su come trasformare delle esigenze in soluzioni. Pensiamo ad esempio quanto efficace può essere l’interscambio di esperienze su temi come il monitoraggio digitale degli stoccaggi e delle movimentazioni, o il rapporto tra spazi a disposizione e resilienza nelle dinamiche di magazzino, oppure la sicurezza. Eurostat afferma che l’1% degli incidenti nelle fabbriche dell’UE è causato da attrezzature di movimentazione mobili e che questo 1% ha provocato il 10% di tutte le lesioni fisiche. Numeri ancora troppo alti per un comparto sempre più intelligente e targato 4.0. Ecco perché il Gruppo Piazzalunga propone un pacchetto completo di soluzioni software e hardware con l’obiettivo di minimizzare gli incidenti e gli infortuni. Si affiancano a soluzioni che monitorano a distanza la flotta, programmando anche la manutenzione delle macchine per mantenerle alle condizioni ottimali.”

Intellimech - Piazzalunga srl

Per il mese di maggio e tutto il mese di giugno 2023, tre dei nostri best seller carrelli elevatori Toyota saranno in offerta ad un prezzo promozionale, particolarmente competitivo.


BT Tyro 1t - SHE 100 con batteria agli ioni di litio

Lo stoccatore BT Tyro è la soluzione perfetta per gli operatori di carrelli elevatori manuali e semielettrici che desiderano passare ad uno stoccatore completamente elettrico.

bt tyro stacker packshot 08 main - Piazzalunga srl

Il BT Tyro SHE100 stoccatore a timone entry level, perfetto per applicazioni di stoccaggio leggero. Può trasportare e sollevare carichi fino a 1000 kg. L'SHE100 è disponibile con batteria agli ioni di litio per una maggiore efficienza energetica. Unisce le caratteristiche di un transpallet elettrico con le dimensioni ridotte di uno stoccatore manuale.

Principali vantaggi:

Il carrello è in pronta consegna, richiedi informazioni >


BT Tyro - LHE 130 e LHE 155 con batteria agli ioni di litio

Il BT Tyro è la soluzione perfetta per gli utilizzatori di transpallet manuali che vogliono ottenere incrementi nella produttività.

bttyrolhe130packshotline up01 - Piazzalunga srl

Il BT Tyro LHE130 è il modello entry level perfetto per le applicazioni leggere dei transpallet elettrici. Può trasportare e sollevare carichi fino a 1300 kg. LHE130 è disponibile con batteria agli ioni di litio per una migliore efficienza energetica. Unisce le caratteristiche di un transpallet elettrico con la flessibilità di un transpallet manuale.

Principali vantaggi:

bttyrolhe130packshot02 - Piazzalunga srl

Il BT Tyro LHE155 è il modello entry level adatto per il trasporto in orizzontale occasionale a bassa intensità e per il sollevamento di carichi fino a 1550 kg. LHE155 è disponibile con batteria agli ioni di litio per una migliore efficienza energetica. Il BT Tyro LHE155 è la soluzione perfetta per gli utilizzatori di transpallet manuali quando è necessaria una maggiore portata e maggiore forza in salita su pendenze più ripide.

Principali vantaggi:

I carrelli sono in pronta consegna, richiedi informazioni >

Speciale L'Eco di Bergamo del 24/02/2023.

Governare la logistica oggi significa governare il proprio mercato. Se consideriamo che i costi legati a questo comparto incidono in media fino al 20% del costo del prodotto, è facile capire come ogni investimento finalizzato a migliorarne l’efficienza possa essere considerato a pieno titolo un’azione di importanza strategica per l’azienda. È da questo presupposto che nasce la nuova divisione Smart Logistic Solutions del gruppo Piazzalunga, che ha come core business la progettazione di soluzioni innovative per ottimizzare la logistica e per rendere i processi efficienti e flessibili. «Pensiamo alla logistica come a un sistema super integrato – spiega la Ceo, Luana Piazzalunga – in cui la corretta progettazione dei flussi è in grado di portare benefici consistenti, sia in termini di produzione che economici». Risultati di primo livello, resi possibili grazie all’adozione dell’approccio Toyota, di cui Piazzalunga è da tempo business partner: un approccio trasversale che punta all’ottimizzazione dei processi e alla conseguente eliminazione degli sprechi, tramite una prima fase di studio e di analisi del dato ed una fase di progettazione e disegno dei sistemi logistici e produttivi. «Nuove modalità d’acquisto, mancanza di materie prime, controllo della capacità produttiva e logistica dell’ultimo miglio mettono alla prova ogni giorno la nostra capacità di trovare soluzioni innovative alle dinamiche del settore e noi rispondiamo con le migliori tecnologie a disposizione».

Chiarisce il concetto Giuseppe Castagneto, Co-CEO dell’azienda: «La nostra nuova divisione progetterà magazzini con tecnologie predisposte per il 4.0, gestite da software studiati per ottimizzare gli spazi di stoccaggio, carrelli a guida automatica, abbinati a sistemi di fleet management per connetterli alla rete, il tutto con particolare attenzione alla sicurezza e alla sostenibilità ambientale. Diventa fondamentale proporre soluzioni chiavi in mano, che partono dalla progettazione fino ad arrivare all’ultimo tassello della fase di implementazione».

Esperienza e innovazione si fondono in un unico asset strategico: «Il nostro core business è stato per decenni il carrello elevatore – conclude Piazzalunga -. Da qualche anno abbiamo avviato un processo di ampliamento delle nostre competenze e del nostro portafoglio aziendale, che oggi ci permette di presentarci sul mercato come partner unico per il mondo della logistica interna. Ricoprire un ruolo di partner più trasversale ha un unico obiettivo: supportare il cliente nell’ottimizzazione dei processi logistici/produttivi in termini di costi, sicurezza e produttività. Lo facciamo garantendo, attraverso le nostre soluzioni, una produzione ottimizzata, il minimo danno agli oggetti, la sicurezza sul posto di lavoro, l’integrazione funzionale tra macchine e operatori, l’efficienza energetica ed un veloce ritorno dell’investimento fatto».

Speciale L'Eco di Bergamo del 30/03/2023.

Situazioni a rischio medio: così vengono classificate dalla normativa italiana le attività connesse alla gestione del magazzino. Eurostat afferma che l’1% degli incidenti nelle fabbriche dell’UE è causato da attrezzature di movimentazione mobili e che questo 1% ha provocato il 10% di tutte le lesioni fisiche. Secondo l’Osha, si verificano ogni anno 85 morti per carrelli elevatori, 34.900 lesioni gravi e 61.800 lesioni non gravi. Numeri ancora troppo alti per un comparto sempre più «intelligente» e targato 4.0, in cui però risulta determinante la componente umana: velocità eccessiva, errori di manovra, distrazione, sottovalutazione del rischio di instabilità dovuta a carichi pesanti sono tra le principali cause di ribaltamento e collisione. Consapevole di questo scenario, il gruppo Piazzalunga propone un pacchetto completo di soluzioni software e hardware con l’obiettivo di minimizzare gli incidenti e gli infortuni. Dispositivi ottici e acustici di segnalazione, sistemi basati su tecnologie radio e su telecamere ad intelligenza artificiale, sensori di retromarcia e misuratori di distanza a laser o ultrasuoni, limitatori selettivi delle performance o delle funzionalità delle macchine: la gamma di soluzioni che Piazzalunga può mettere in campo è in grado di integrarsi in tutte le situazioni ambientali e operative.

«Le tecnologie che abbiamo a disposizione ci permettono di agire su più fronti – afferma Luana Piazzalunga, Ceo dell’azienda-. Grazie alla partnership con Toyota, che non a caso è stata la prima azienda del settore ad integrare la tecnologia telematica nei carrelli elettrici come dotazione di serie, offriamo soluzioni di fleet management che monitorano a distanza la flotta, programmando la manutenzione delle macchine per mantenerle alle condizioni ottimali. I nostri dispositivi di sicurezza comunicano, raccolgono dati e avviano, all’occorrenza, alert o azioni correttive automatizzate. Abbiamo, inoltre, una divisione che supporta le aziende nella progettazione dei flussi logistici: scegliere i mezzi di movimentazione corretti sulla base delle aree di stoccaggio e allestirli con gli apparati di sicurezza e gli strumenti di visualizzazione più adeguati sono attività fondamentali, non solo per tutelare il personale, ma anche per ridurre i costi operativi e di manutenzione delle strutture».

Spazio anche alla formazione: «Ricordiamoci che, tecnicamente, non stiamo parlando di sistemi di sicurezza – precisa Giuseppe Castagneto, Co-Ceo di Piazzalunga – ma di sistemi di assistenza all’operatore: l’uomo mantiene la totale responsabilità del controllo del carrello. Per questo è fondamentale che la formazione in materia di sicurezza sia un tema portante ad ogni livello aziendale, dagli operatori ai vertici, ma anche nelle agende delle istituzioni che possono dire la loro».

Proprio da qui nasce la stretta collaborazione che Piazzalunga ha avviato con enti pubblici del territorio per la stesura di un manuale dedicato all’utilizzo sicuro dei carrelli elevatori. Un progetto in fase di sviluppo e finalizzato alla costruzione di una nuova «cultura della sicurezza».

Scopri le nostre soluzioni >

Vi presentiamo il nuovo arrivato della gamma AGV di Toyota, un trasportatore pallet automatizzato senza forche, perfetto per applicazioni ripetitive point-to-point o di rifornimento.

L'Autopilot CDI120 è compatto e maneggevole e viene fornito con stazioni dedicate.

Grazie alla sua flessibilità, l'Autopilot può essere facilmente implementato in diverse applicazioni all'interno del vostro magazzino o centro logistico.

Adatto per la movimentazione automatizzata, può essere integrato in un'operazione manuale o con la nostra flotta di autopiloti per operare in un sistema completamente automatizzato. L'Autopilot CDI può prelevare e trasportare pallet dal punto A al punto B, dove ad esempio uno stoccatore automatizzato lo immagazzinerà nelle scaffalature.

La stazione drive-through consente al portapallet automatizzato di supportare in modo efficiente il trasporto o il rifornimento point-to-point, ottimizzando il flusso logistico.

Sei interessato a carrelli automatizzati? >

Operazioni sicure

L'Autopilot CDI120 è programmato per lavorare a fianco degli operatori manuali e completare tutte le attività in sicurezza. Lo scanner di sicurezza integrato rileva gli ostacoli lungo il suo percorso e interviene per prevenire le collisioni. Il veicolo automatizzato scansiona continuamente il suo ambiente e i campi di sicurezza girano verso la direzione di marcia per garantire la massima sicurezza.

Movimenti agili

Il trasportatore orizzontale automatizzato di Toyota è in grado di muoversi all'interno del tuo centro logistico in modo molto agile. Grazie alla sua stazione di pick-up e drop-off, l'AGV non ha bisogno di riposizionamento o manovra per accedere al carico, può semplicemente passare sotto. Il CDI120 può ritirare il pallet e continuare il suo viaggio in linea retta. Un altro grande vantaggio è che la stazione può essere posizionata sul pavimento sotto la scaffalatura, ottimizzando l'uso dello spazio sul pavimento.

Inoltre, l'Autopilot CDI120 è compatto e ha la capacità di accendere il punto con piccole manovre. In combinazione con l'altezza ridotta, questo veicolo guidato può lavorare in spazi ristretti dove non è ovvio che altri AGV o camion manuali funzionino.

Ricarica intelligente

Il vettore orizzontale automatizzato CDI120 è dotato di batterie agli ioni di litio che sono fino al 30% più efficienti dal punto di vista energetico, riducendo al contempo le emissioni di CO2. Con la capacità di ricarica automatica, comprese le opzioni di ricarica programmata e di opportunità, l'AGV può caricare rapidamente tra le attività senza la necessità di personale o sale di ricarica, rendendolo completamente automatizzato.

Localizzazione flessibile con navigazione naturale

Il CDI120 ha il suo scanner di navigazione vicino al pavimento in un design compatto. Fa solo uso della navigazione naturale per trovare la sua strada nel tuo magazzino. Questo metodo di navigazione utilizza punti di riferimento riconoscibili o punti di riferimento all'interno del magazzino, come pareti, scaffalature e oggetti fissi, per calcolare la posizione dell'AGV.

Il trasportatore automatizzato può operare tramite la navigazione naturale standard basata su una mappa con caratteristiche statiche e, facoltativamente, utilizzare la navigazione naturale dinamica. In questo caso un software sofisticato può gestire un ambiente in cui vengono aggiunte nuove funzionalità. L'AGV imparerà e memorizza la nuova funzionalità nel processo di fare.

La navigazione naturale è un'alternativa a basso costo per i magazzini dove l'ambiente circostante rimane abbastanza costante. L'AGV può utilizzare l'ambiente esistente per navigare senza la necessità di attrezzature aggiuntive come i riflettori, evitando costi aggiuntivi e l'installazione di apparecchiature aggiuntive.

Ritorno sull'investimento

È possibile ottimizzare il flusso delle merci riducendo al minimo i danni, i tempi e i costi con l'attuazione dell'automazione. I lavoratori diventano disponibili a gestire compiti più complessi anziché processi ripetitivi. La movimentazione automatizzata dei pallet richiede anche meno manutenzione ed energia e contribuisce alla produttività e alla sicurezza, ottenendo un ritorno sull'investimento per Autopilot CDI120 in genere entro 1 anno.

Richiedi informazioni >

cross